Sono davvero tanti gli estimatori di questa irresistibile bontà, che, per troppo tempo, è stata posta sotto i riflettori come un alimento da demonizzare: stiamo parlando del cioccolato.

Ebbene, è arrivato il momento di mettere le cose in chiaro perché, dati alla mano, il cioccolato, a ben vedere, farebbe bene alla salute.

Il cioccolato, dunque, oltre ad essere un alimento rassicurante nel quale ci rifugiamo nei momenti tristi o quando abbiamo bisogno di coccole, è anche un super-food in grado di arrecare grandi benefici alla nostra salute.

Andando nel dettaglio, esiste più di una ragione per non temere più questo amato alimento.

 

1. La storia parla chiaro …

Il cioccolato è uno degli alimenti più antichi del mondo.

La pianta del cacao ha origini immemorabili: stando a precise ricerche botaniche, si presume che fosse presente già più di 6.000 anni fa nelle zone del Rio delle Amazzoni.

I primi agricoltori che iniziarono a dedicarsi alla coltivazione della pianta del cacao furono i Maya già a partire dal 1000 a.c. Se la lavorazione del cacao rappresenta, ai giorni d’oggi, una delle attività più diffuse nell’industria dolciaria ed alimentare in tutto il mondo, qualche ragione ci sarà.

Basterebbe già questo a testimoniarne i benefici.

 

2. Un pieno di antiossidanti

Il cioccolato è un complemento alimentare ottimo per la difesa del nostro sistema immunitario, sia in condizioni di normalità che in condizioni di stress, super-lavoro ed attività fisica.

Questo privilegio si deve al suo alto contenuto di sali minerali, magnesio in particolare, i quali rafforzano i muscoli e migliorano in maniera significativa il rendimento fisico.

flavonoidi contenuti nel cacao hanno, infatti, proprietà antiossidanti.

Trattasi di sostanze alleate del nostro organismo, in grado, come nessun’altra in natura, di contrastare e neutralizzare i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare e, quindi, delle principali malattie che coinvolgono il nostro corpo.

  

 

3. Cioccolato = buon umore

Abbiamo sempre pensato che lo stimolo a mangiare il cioccolato, che si fa sentire in maniera più intensa quando siamo giù di morale, sia un fatto psicologico, un pretesto, un’attitudine priva di reale fondamento.

In verità non è così. Il suo valore antidepressivo è stato scientificamente provato.

Altro che pretesto: questo stimolo avrebbe, di contro, basi neurofisiologiche, in quanto nel cacao sono presenti alcune sostanze psicoattive in grado di contrastare stati di agitazione e di depressione.

Il cacao, in conclusione, è strettamente legato ai livelli di serotonina che è responsabile dell'umore.

 

4. Aiuto del cuore … tra vero e faceto

A sfatare i falsi miti che lo presentano come un cibo dannoso per la salute sono le risultanze scientifiche sul cacao, con il quale si prepara appunto il cioccolato.

A far bene alla salute è, infatti, proprio – e solo – il cacao.

Ecco perché è da preferire un cioccolato dalle buone quantità di cacao.

Meglio prediligere quello che ne possiede una percentuale dal 50% in su.

Il cacao, grazie alla presenza di acido stearico e acido oleico, impedisce al colesterolo cattivo di “attaccare”, riducendo, quindi, il rischio cardio-vascolare al quale tutti noi siamo, naturalmente soggetti. A queste valide ed insospettabili funzioni si aggiunge una sostanza antiossidante chiamata polifenolo che, contemporaneamente, aumenta la presenza del colesterolo buono.

Quale preferire? Quale destinare ai più piccoli? Naturalmente quello senza zucchero.

Una lotta su tutti i fronti dunque, tutto questo è il cacao!

 

5. Un “ponderato” aiuto per la salute complessiva

Trattandosi di un alimento sano, genuino, in grado di arrecare parecchi benefici al nostro organismo, anche se a dieta possiamo permetterci un quadratino di cioccolata fondente.

Questo, però, meglio metterlo in evidenza, non significa che se ne possa mangiare quanto se ne vuole o, ancora peggio, che faccia dimagrire.

I prodotti comunemente disponibili in commercio contengono, in alcuni casi, una quantità di cacao molto variabile e, spesso, essa non viene neppure riportata in etichetta.

Meglio, dunque, preferire cioccolato di qualità, ancora meglio se venduto in farmacia.

Questo prodotto, infatti, se non attentamente selezionato, potrebbe a nostra insaputa contenere livelli talmente elevati di grassi e zuccheri da controbilanciare gli effetti benefici del cacao.

 

 

Forse, da oggi, possiamo consumare la cioccolata senza rimorsi. Pasqua ne rappresenta una golosa occasione: mangiato con parsimonia e preferibilmente fondente, in quanto più ricco di cacao rispetto al latte, il cioccolato ci assicura benessere ad ogni età.

 

NON PERDERTI IL PROSSIMO ARTICOLO

Cioccolato Sì, Ma Meglio Senza Zucchero: Come Orientarsi Nella Scelta Della Golosità Più Amata Da Grandi E Piccini