Lo sport fa bene a tutti: si tratta di un’indiscutibile verità che oggi diventa un vero e proprio monito, visto che stress e vita sedentaria mettono sempre più a rischio la nostra salute.

Se così è, viene spontaneo e lecito chiedersi come favorire le prestazioni fisiche, specie se condotte ponendosi dati obiettivi.

Ebbene, fermo restando che ognuno di noi ha una sua diversa “firma genetica”, un diverso obiettivo atletico, una diversa prestanza fisica e diversi talenti, nonché un proprio metabolismo - in alcuni individui più veloce in altri più lento - esistono dei nutrienti base che ottimizzano le nostre performance in campo sportivo a vantaggio di tutti.

Quali sono? Scopriamolo.

 

Sali minerali: i mattoni del nostro benessere

Le perdite di sali minerali che hanno luogo per effetto della sudorazione sono del tutto normali.

Anzi, esse rappresentano un aspetto ricercato e positivo: se si suda vuol dire che si sta eseguendo una buona, intensa attività sportiva. Tuttavia, vuoi per fattori endogeni vuoi per fattori ambientali, le perdite di sali minerali possono superare la soglia limite.

Alcuni individui sono, per loro natura, soggetti ad una più intensa perdita di sali minerali.

Inoltre, la sudorazione aumenta sensibilmente quando si pratica sport in ambienti caldo-umidi.

Dati alla mano, un litro di sudore contiene circa 1,5 grammi di sale e non è raro che un atleta ne perda da 1 a 5 litri quando la sua pratica sportiva si fa più intensa.

Sopperire a quest’ingente perdita di sali minerali tramite un buon integratore di magnesio e potassio diventa, in questi casi, scelta obbligata per tutti coloro che non vogliono risentire degli effetti dannosi derivanti da pericolose carenze.

 

Facciamo il pieno di antiossidanti

Aiutare i nostri muscoli a “restare in forma” non è semplice.

Specie quando questi sono sottoposti a stress eccessivi e sforzi reiterati, si deve massimizzare la quantità di antiossidanti.

Tasselli fondamentali della corretta crescita e difesa del nostro organismo, gli antiossidanti abbondano in molti alimenti quali mirtilli, tè verde, verdura a foglia verde scura, pomodori, ect.

Si può ricorrere altresì all’utilizzo di integratori di antiossidanti, questo è un bene, ma, in alcuni casi specifici, tutto ciò potrebbe addirittura non bastare.

Quando l’attività fisica, per diletto o per necessità, si fa eccessiva e continua, si può intervenire, oltre che dall’interno, anche dall’esterno.

Allo scopo, è possibile avvalersi di prodotti di ultima generazione, concepiti per garantire il rilascio graduale e moderato di sostanze antiossidanti e tonificanti direttamente sulla muscolatura interessata dall’attività fisica.

Tra questi, in primis lo spray a base di carnosina, una microemulsione che si applica ai capi di abbigliamento a diretto contatto con la pelle indossati durante la pratica sportiva.

La scelta di selezionare proprio la carnosina come ingrediente base di questo spray non è casuale: questo elemento, che è alla base della nostra muscolatura, ha riscosso particolare successo negli ultimi anni per via della sua attività antiossidante e tamponante, estremamente preziosa negli ambiti della medicina antiaging e della dietetica sportiva.

 

Proteine: come raggiungere un livello ottimale

Se i sali minerali rappresentano i principali alleati degli sportivi, cosa in merito alle proteine?

Notoriamente ricercate dagli atleti di tutto il mondo, esse rappresentano una vera e propria panacea per tutti coloro che desiderano ottenere ottime performance a livello anche estetico.

Tra serio, faceto e false credenze, si inseriscono i dati di numerosissime società scientifiche di tutto il mondo che, con giusto spirito critico e grande attenzione, hanno da sempre cercato di inquadrare il ruolo di questi nutrienti nella performance e nel mantenimento dello stato di salute dell'atleta. 

Ebbene, tutti gli studi su più fronti condotti concordano su un dato univoco: è bene assumerne la giusta quantità.

Seguire le raccomandazioni sul giusto dosaggio, però, non è facile.

Ecco che, allo scopo, suppliscono le barrette sportive in grado di aumentare il fabbisogno proteico del nostro organismo: in queste la quantità di proteine è già ben calcolata e non è rimessa alla discrezione dello sportivo. Avvalersi infatti di polveri ricche di proteine reca con sé il pericolo di un dosaggio non corretto da parte del consumatore.

Pratiche e gustose, queste barrette superano a pieni voti questo limite.

 

Abbiamo, in conclusione, tutto quello che ci occorre per evitare pericolose carenze.

 

NON PERDERTI IL PROSSIMO ARTICOLO

Colesterolo Alto: Come Ridurlo In Maniera Efficace Tra False Credenze E Verità