Perchè alimenti aproteici?

Iniziamo dalle basi: che cosa significa alimenti aproteici? Gli alimenti aproteici sono alimenti privi di proteine o per lo meno con una bassissima percentuale di proteine all’interno. Più precisamente, secondo la circolare ministeriale del 5/11/2009 si definiscono “prodotti aproteici tutti quegli alimenti con un residuo proteico non superiore all’1%, di alimenti di uso corrente con significato tenore proteico, di derivazione vegetale come pane, pasta, biscotti, prodotti da forno e simili.”

Gli alimenti aproteici hanno dei precisi fini medici e quindi sono indicati per particolari patologie. Queste patologie riguardano l’incapacità da parte del soggetto nell’assorbire, digerire o metabolizzare specifici aminoacidi. Ad esempio i maggiori utilizzatori di diete aproteiche e quindi dei suddetti alimenti sono i pazienti che soffrono di IRC, cioè insufficienza renale cronica.

Insufficienza renale: sintomi.

I sintomi dell'insufficienza renale acuta sono: una riduzione del volume delle urine, anche se, in alcuni casi, esso potrebbe non subire variazioni, ritenzione idrica, che si manifesta con gonfiore di gambe, caviglie o piedi. Sonnolenza, fiato corto, se i liquidi si accumulano nei polmoni (edema polmonare), affaticamento, confusione mentale, convulsioni o coma (nei casi più gravi).

I sintomi dell'insufficienza renale cronica si sviluppano gradualmente nel tempo e possono essere confusi con quelli di altre patologie. Solitamente diventano evidenti solo quando i danni sviluppati sono difficilmente reversibili

Le rigide restrizioni dietetiche consentono al paziente affetto da IRC a ritardare la dialisi. Gli alimenti aproteici consentono ai reni di non andare sotto sforzo e quindi permettono di ritardare il suo deterioramento. Il professor Marcello Marcelli, primario di Dietologia e Nutrizione Clinica dell’Ospedale S. Giovanni di Roma, afferma: "Il rene ha la funzione di mantenere in equilibrio tutte le sostanze del nostro organismo, ma, se ammalato, può svolgere questo processo in maniera parziale o insufficiente. E’ stato dimostrato che la progressione di alcune malattie renali può essere rallentata, rimandando anche di alcuni anni il ricorso alla dialisi, se il rene non si affatica a filtrare sostanze come le scorie azotate, derivate dalla digestione delle proteine”. (fonte la Repubblica.it)

Alimenti aproteici

alimenti aproteici

Sul mercato esistono molti marchi che producono alimenti aproteici, quelli che oggi consigliamo sono i prodotti Mevalia Flavis. Tutti i loro prodotti sono aproteici, con un contenuto di proteine inferiore ad 1 Gr per 100 Gr di prodotto. Essendo poveri di sodio, potassio e fosforo, i prodotti Mevalia Flavis si adattano perfettamente anche alle esigenze di coloro che soffrono di una funzionalità renale limitata e che quindi devono seguire una dieta povera dei minerali citati.

 Per saperne di più sui prodotti Flavis ed eventualmente procedere all'acquisto CLICCA QUI